Riduzione del seno e lifting del seno (mastoplastica riduttiva)

In questo caso si tratta di seni troppo grandi o cadenti. La procedura chirurgica prevede la riduzione , il sollevamento e rimodellamento di seni grandi e cadenti . In relazione alle dimensioni ed alla forma del seno, esistono numerose tecniche chirugiche differenti. La scelta della tecnica operatoria la sceglierete voi stessee con il consiglio del vostro chirurgo. Le tecniche chirurgiche più comuni sono:

1. Tecnica a T rovesciata: prevede una cicatrice circolare intorno all’areola, una verticale ed un’ultima cicatrice orizzontale al di sotto del solco del seno .
2. Tecnica verticale: prevede una cicatrice circolare intorno all’areola ed una cicatrice verticale che parte dal basso dell’areola, che nei primi due mesi si corruga sempre meno fino a scomparire .
3. Tecnica periareolare: prevede solo una cicatrice circolare intorno al capezzolo, che ha inizialmente dei corrugamenti visibili, ma grazie alla pressione interna della ghiandola, scompare gradualmente. Questa tecnica non è adatta per seni molto grandi.

Le cicatrici attorno all’areola scompaiono completamente, così come la cicatrice orizzontale nel solco sottostante il seno. L’operazione dura da 2,5 a 3,5 ore e viene eseguita in anestesia generale. Il reggiseno speciale è incluso nel costo dell’operazione e può essere tolto dopo 4-6 settimane. Si consiglia il riposo a letto per 5-7 giorni. I punti di sutura vengono rimossi dopo due settimane . Dopo l’intervento molto probabilmente non si potrà essere in grado di allattare .

You may also like...

Shares